Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
1. MASSERIA DEL POZZO
veduta dalla torre della discarica di Masseria del Pozzo
2. AMPLIAMENTO DI MASSERIA DEL POZZO
veduta ed Ampliamento della discarica di Masseria del Pozzo
3. RILIEVI PUNTIFORMI SULLA SUPERFICIE DI DISCARICA E NEI TUBI DI CAPTAZIONE
monitoraggio a microscala delle emissioni
4. MISURE DI EMISSIONE DAL SUBSTRATO
emissioni di biogas dal suolo
5. EMISSIONI DI COMPOSTI ORGANICI VOLATILI DAL SUBSTRATO
misure con camere dal suolo
6. CONCENTRAZIONI DI COMPOSTI ORGANICI VOLATILI
misure in corrispondenza dei tubi di captazione
7. MISURE DA PIATTAFORMA MOBILE
il laboratorio mobile LaBioGas consente di misurare le concentrazioni di metano, VOC, e altre sostanze inquinanti all’interno dell’area delle discariche
8. MISURA DALLA TORRE EDDY COVARIANCE
misure in continuo delle emissioni di metano e anidride carbonica
9. RILIEVI AEREI CON I VELIVOLI SKY-ARROW ERA DI ISAFOM
individuano aree sospette di interramento illegale di rifiuti e valutano le emissioni totali di biogas, fornendo informazioni quantitative utilizzate nei modelli di spazializzazione.

Cos'è il progetto BioQuAr?

area vasta giugliano

il Commissario di governo alle bonifiche Mario De Biase, ha incaricato l’ISAFOM-CNR di fare chiarezza sul versante delle emissioni nocive delle discariche dell’agro di Giugliano.

Le discariche "dei veleni" dell’agro di Giugliano, un luogo in cui la malavita organizzata ha scaricato migliaia di tonnellate di materiale tossico,

Cosa sono le emissioni di biogas?

20150624 143435Il biogas è una miscela di sostanze gassose rilasciate in atmosfera per effetto dei processi di fermentazione batterica dei residui organici vegetali o animali.

I principali costituenti del biogas sono anidride carbonica (CO2) e metano (CH4)

Come incidono le emissioni di biogas sulla salute umana?

relazione settembre

I composti organici volatili (VOC), pur rappresentando una percentuale inferiore all’1% delle emissioni totali dei gas di discarica, rivestono un ruolo particolarmente importante per l’impatto che possono avere sulla salubrità dell’ambiente.

Le emissioni di gas serra

Torre GESEN 2015 04 01 124103L’apparato di misura installato su di un traliccio alto 25 metri presso il complesso GESEN, consente di misurare con esattezza le fuoruscite di biogas su di un areale di 32 ettari - che include le discariche di Masseria del Pozzo, Eredi Giuliani, Ampliamento Masseria del Pozzo, Novambiente e Schiavi.

Osservazioni dall'alto: le misure aeree

bioquar rilievi aerei ampliamento 2

Le campagne aeree di misura sulle discariche hanno cadenza mensile e seguono un piano di volo predeterminato, che consiste nel descrivere un reticolo a varie quote sull’area da investigare, per ricostruire mappe dettagliate della distribuzione ed entità delle sorgenti di biogas.

Studio sul termovalorizzatore di Acerra

copertina acerra studio mod 2016A partire da oggi è possibile consultare e scaricare [PDF] lo studio modellistico di ricaduta delle emissioni del termovalorizzatore di Acerra.

Emissione dei siti di cava Giuliani-FIBE e Ponte Riccio

La localizzazione e l’estensione spaziale delle aree di impatto sulla popolazione e gli ecosistemi delle emissioni dei siti di interesse localizzati all’interno della municipalità di Giugliano (NA), dipendono dalle quantità di inquinante emesso dalle singole discariche e dalla modalità con la quale i gas vengono rilasciati in atmosfera.

Come sono distribuite le emissioni di Biogas?

bioquar emiss cameretteLe fughe in atmosfera di biogas dalle discariche di Masseria del Pozzo, Ampliamento, Novambiente, Resit “Cava Z” e “Cava X” sono misurate ogni mese tramite i rilievi puntuali del laboratorio mobile LabioGas.

Aria e Territorio sotto costante controllo

AriaSaNa ilsole24ore

Il CNR-ISAFOM osserva e studia i sistemi agricoli e forestali dal punto di vista della qualità delle produzioni, ma anche l’interazione che esiste tra ecosistemi e ambiente.

Il Sole 24 Ore, nell’inserto Ricerca Tecnologica del 23 maggio 2016, pubblica un articolo dedicato alle attività di ricerca e monitoraggio ambientale del centro di eccellenza QuaSAR, e sugli obiettivi del programma BioQuar. 

Le emissioni dei composti volatili dalle discariche

I composti organici volatili (COV) emessi dalle discariche rappresentano una percentuale inferiore all’1% delle emissioni totali di biogas, molto inferiori rispetto a quelle dei due gas serra metano e anidride carbonica. Tuttavia, i COV rivestono un ruolo particolarmente importante per l’impatto che possono avere sulla qualità dell’aria e, di conseguenza, sulla salubrità dell’ambiente, e rappresentano un pericolo diretto o indiretto per salute dell’uomo. Alcuni di questi composti sono infatti tossici o cancerogeni e possono essere precursori della formazione dello smog fotochimico.
L’analisi effettuata in laboratorio dei campioni di biogas prelevati nelle discariche ha consentito di individuare un elevato numero di COV.

Le emissioni da discarica aumentano l’incidenza di malattie respiratorie

Un recente studio scientifico condotto nel Lazio dimostra che la popolazione esposta alle emissioni di gas da discarica ha una maggiore probabilità di ammalarsi di cancro ai polmoni.

Nella ricerca è stata valutata l’associazione tra la residenza nei pressi di nove discariche per lo smaltimento dei rifiuti urbani presenti nella Regione Lazio e mortalità e tasso di ospedalizzazione della popolazione esposta.

Attacco alle bonifiche. Risanamento a rischio nella terra dei fuochi

Immaginel grande lavoro compiuto per bonificare i terreni contaminati della terra dei fuochi è sotto attacco. I cantieri del commissariato alla bonifica hanno subito oltre 20 incursioni distruttive negli ultimi due mesi. Ed è incerto il futuro di uno sforzo che è costato allo stato decine di milioni di euro. Vediamo questo speciale di Luca Gaballo.

Messa in sicurezza dell'area Ex-RESIT

IMG 1358CARATTERISTICHE DELLE AREE DI DISCARICA EX RESIT

  • Superficie totale di 58.000 mq (5,8 ha); 
  • La “Cava Z” ha una superficie di 2,3 ha;
  • La “Cava X” (cat. I, cat. II b, X e ante 1978) ha una superficie di 3,5 ha;
  • Il fondo discarica della X è a circa 22 m dal piano campagna;
  • Il fondo discarica della cava Z è a circa 20 m dal piano campagna;
  • L’elevazione è di circa 6 m;
  • 1.000.000 di m3 di rifiuti di cui 380.000 m3 industriali.

Area Monitorata

Ettari

Emissione di CO2

kilogrammi ora

numero automobili equivalenti

Emissione di Metano

metri cubi ora

equivalenti di famiglie servite